Sono finite le vacanze natalizie e, se ci siamo abbuffati, oltre ai chili di troppo dobbiamo sicuramente liberare la dispensa dagli avanzi dei vari cenoni. Il re dell'ultimo dell'anno, insieme al Panettone ovviamente, è il cotechino: io lo voglio riproporre in crosta, su un purè di lenticchie che, insieme alla carne, rappresenta un binomio perfetto!

cotechino-lenticchie

Ricetta per 4 persone:

2 cotechini

2 rotoli di pasta sfoglia g 250

1 tuorlo d'uovo

latte q.b.

500 g lenticchie

brodo vegetale bianco (sedano, cipolla e finocchio)

sale q.b.

Iniziamo con il precuocere il cotechino, lasciamolo raffreddare e poi lo sezioniamo. Intanto prepariamo il nostro brodo bianco, composto da sedano, cipolla e finocchio, nel quale poi andremo a cuocere le lenticchie (che sono state ammollate almeno 12 ore prima). Una volta sezionato il cotechino, lo adagiamo sul rettangolo di sfoglia precedentemente stesa e chiudiamo il tutto a fagottino, ci adoperiamo in questa procedura fino al termine del cotechino. Adagiamo i nostri fagottini su una teglia da forno precedentemente foderata di cartaforno e li spennelliamo con il rosso dell'uovo allungato con del latte. Nel frattempo accendiamo il forno in modalità ventilata alla temperatura di 180° C . Inforniamo i fagottini (a 180° per 20 minuti) e passiamo alla realizzazione del purè di lenticchie, che una volta bollite nel brodo bianco, verranno scolate all'interno del frullatore, avendo l'accortezza di tenere da parte l'acqua di bollitura. Una volta scolato il legume possiamo frullarlo avendo cura di versare ogni tanto un po' dell'acqua di cottura e aggiustiamo di sale e pepe. Terminata la cottura del fagottino, passiamo all'impiattamento: con l'utilizzo di un coppapasta, stendiamo il purè di lenticchie e vi andiamo ad adagiare il nostro fagottino, terminiamo con un filo d'olio evo.