Anno nuovo, nuovi progetti e, si spera, tante nuove mete da scoprire. Per colorare l’umore grigio del rientro a lavoro dopo le feste natalizie, non potevo che scegliere una meta culinaria briosa, vibrante e dalle tinte sature: Barcellona. Questa città è un caleidoscopio di tonalità sgargianti, che animano l’affascinante Mercat de La Boquerìa, con frutta, verdure e crostacei freschissimi a perdita d’occhio. Ma non solo: migliaia di forme e colori diversi, accostati tra loro in una sinfonia perfetta, impreziosiscono gli scorci di Parc Güell, capolavoro di Antoni Gaudí. Forme e colori che si ritrovano negli stuzzichini spagnoli per eccellenza, le tapas, e nei piatti pilastro della tradizione iberica, paella e gazpacho, e che hanno ispirato il mio piatto. La ricetta di oggi è l’unione di queste due pietanze in formato tapas, con la paella di gamberi resa ancora più sfiziosa sotto forma di piccolo arancino. Proseguendo strizzando l’occhio alla tradizione siciliana e alla stagione invernale, il profumo di arancia, in succo e scorza, ad arricchire i sapori decisi di questo sfizioso aperitivo.

parc-guell-barcellona-dettaglioingredienti-barcellona

Ricetta per 4 persone:

Per gli arancini:

200 g di riso della vostra qualità preferita

4 gamberi

Mezza arancia

1 bustina di zafferano

Un cucchiaino colmo di paprika

Due spicchi d’aglio

Un ciuffetto di prezzemolo

Peperoncino

Olio e.v.o.

Pane grattugiato q.b.

Un tuorlo d’uovo

Sale

Per il gazpacho:

Due pomodori maturi

100 ml di succo di pomodoro

Un peperoncino

1 falda di peperone rosso

Mezza arancia

½ spicchio d’aglio

Un pizzico di zucchero

Un filo d’olio e.v.o.

Sale

Pulite i gamberi e utilizzate gli scarti per preparare 200 ml di brodo. Tritateli e rosolateli in olio, aglio e peperoncino, sfumando con il succo di mezza arancia. Completate con prezzemolo fresco tritato. Proseguite tostando il riso in un filo d’olio, sfumandolo con il brodo di pesce e, all’occorrenza, acqua bollente. Aggiungete zafferano e paprika, quindi salate. Una volta giunto a cottura, fatelo raffreddare completamente. Nel frattempo, frullate nel bicchiere del mixer il pomodoro tagliato a tocchetti, il peperone, l’aglio, il peperoncino, il succo di pomodoro e di mezza arancia, un pizzico di zucchero, sale. Aggiungete l’olio a filo. Filtrate il composto ottenuto con un setaccio a maglia fine. Fate riposare il gazpacho in frigorifero. Una volta raffreddato, amalgamate il riso con il tuorlo, create delle polpette grandi quanto una noce e inseritevi all’interno il ripieno ai gamberi. Richiudetele con cura, compattandole bene. Impanate e fate dorare in olio e.v.o. Terminate guarnendo con scorza di arancia. Servite gli arancini ben caldi con il gazpacho, nel quale intingerli, ancora fresco.