Eh sì, perché io devo sempre metterci lo zampino, e una ricetta “classica” non mi soddisfa mai! Questo connubio tosco-messicano nasce… da una vacanza alle Isole Eolie! Avete letto bene, anche se pare che non ci sia una connessione. Adesso vi racconto: anni fa ho soggiornato per alcuni giorni sull’isola di Vulcano e ho cenato un paio di volte al ristorante di Maurizio, La Forgia. I suoi antipastini sono deliziosi, in particolar modo le ricottine infornate e la pasta e fagioli fredda. Prepara questo piatto con la pasta integrale e i fagioli neri, come la sabbia della sua Isola. Una ricetta dal sapore intenso ed il colore altrettanto particolare, scuro grazie alla tonalità dei legumi utilizzati. Così ho provato anch’io: ho sostituito i cannellini, ingrediente tradizionale della ribollita, e sono ritornata un po’ in Sicilia, passando dall’America Centrale!

ribollita-fagioli-neri

Ricetta per 8 persone:

Per il brodo di fagioli:

2 l acqua

350 g fagioli neri messicani, secchi

1 spicchio d’aglio

1 rametto di rosmarino

sale q.b.

Ammollare i fagioli in acqua fredda per almeno 12 ore. Scolarli, sciacquarli e cuocerli in pentola a pressione con l’acqua, l’aglio e il rosmarino. Considerare 30′ dal fischio, a fuoco medio. Lasciare sfiatare il vapore, togliere il rosmarino e regolare di sale. Tenere da parte un paio di mestoli di fagioli e frullare il resto.

Per la ribollita:

300 g cavolo nero

300 g bietole o coste

250 g verza

200 g patate, a dadini

200 g pane raffermo, a fette

1 cipolla tritata

1 carota a dadini

100 g sedano, tritato

3 cucchiai di salsa di pomodoro

olio extravergine di oliva q.b.

erbe aromatiche fresche a piacere

pecorino toscano grattugiato a piacere

pepe nero q.b.

In una casseruola capiente soffriggere sedano, carota e cipolla in poco olio. Unire la patata, insaporire e aggiungere il pomodoro. Privare le foglie di verza della costola centrale e tagliarle a julienne. Tagliare anche le bietole e il cavolo nero – solo la parte tenera delle foglie. Affettare finemente le costole tenute da parte, sia quelle della verza che del cavolo nero. Aggiungere le verdure a foglia nella casseruola insieme al brodo di fagioli frullato e portare a bollore, proseguendo la cottura per almeno 45′ – per dimezzare il tempo di cottura si può utilizzare la pentola a pressione. Regolare di sale e di pepe ed unire i fagioli tenuti da parte. In una pirofila alternare la ribollita con il pane, formando degli strati. Lasciare raffreddare. Riportare la zuppa a bollore; profumarla con le erbe aromatiche fresche e distribuirla nei piatti di portata. Completare con un generoso giro d’olio e servire, aggiungendo pecorino toscano grattugiato a piacere.