Ronco Calino

Paolo Radici, industriale bergamasco appassionato di vino, acquista nel 1996 ad Erbusco un vecchio casale, ex dimora del musicista classico del 900 Arturo Benedetti Michelangelo. In questo edificio silenzioso e tranquillo l'imprenditore fonda l'azienda vinicola Ronco Calino, avvalendosi di un'equipe di esperti e tecnici, fra cui la figlia Lara Imberti Radici. Sulle colline moreniche che dominano il suggestivo paesaggio della Franciacorta, Paolo Radici è proprietario di 5 vigneti, principalmente di chardonnay e pinot nero. Sostenitore della coltura biologica, aderisce al progetto Ita.Ca: una serie di attività certificate per controllare il consumo di energia e abbassare l'inquinamento atmosferico e non solo. Dal 2016 i vini prodotti sono certificati biologici, ogni etichetta esprime una grande riconoscibilità del territorio e del vigneto da cui nasce, in particolare un Pinot Nero d'inusuale finezza.

8 oggetto(i)

Discendente