La foto ha carattere esemplificativo. Nel caso di incongruenze fanno fede le informazioni contenute nella scheda descrittiva.

Ruchè di Castagnole Monferrato 2016 Azienda Agricola Crivelli

2016 - Azienda Agricola Crivelli

Cod: WZA0210

12,60 €
  • Denominazione Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG
  • Produttore Azienda Agricola Crivelli
  • Regione Piemonte
  • Tipologia Rossi
  • Anno 2016
  • Vitigno 100% ruchè
  • Gradazione 14,5%
  • Formato 0,75 l
  • Temperatura di Servizio 17-18°
  • Colore rosso rubino con accentuate sfumature violacee
  • Profumo fine, intenso, complesso, lievemente aromatico con piacevoli note di ciliegia matura, albicocca, nocciola, frutta sciroppata, pesca, banana, mora e frutti di bosco. La sua caratteristica principale è il profumo di foglie di geranio che si apprezza nelle migliori annate
  • Gusto rotondo, elegante, vellutato, di buon corpo e ben equilibrato. Di buona intensità, armonico e dall'acidità relativamente bassa. Piacevoli sensazioni di albicocca, mele cotogne, ciliegia matura e frutti di bosco nel retrogusto
  • Abbinamenti cacciagione, carni e formaggi stagionati. Apprezzato anche come vino da meditazione

La scelta di Locanda Italia

Il ruchè è un vitigno autoctono che cresce esclusivamente nel Monferrato; una certa professoressa Robinson nella sua guida “Guide to Wine Grapes” lo descrive come: "Vite piuttosto oscura del Piemonte (…) come il Nebbiolo, da un vino dagli aromi penetranti (…) è così ricco di tannini da avere un retrogusto quasi amaro (…)". Il Ruchè di Castagnole di Crivelli è infatti un vino misterioso e intrigante grazie ai profumi e sensazioni inconsuete che regala alla degustazione. È stato valorizzato come il “principe rosso del Monferrato”. Il Ruchè di Crivelli si distingue per la ricerca dei portainnesti migliori, che aggiungono differenze notevoli all'intensità dei profumi.

Il Produttore

Tra i territori del Piemonte e della Liguria spicca il Monferrato, una terra ricca di testimonianze del passato e antiche tradizioni contadine che si tramandano di generazione in generazione. Da sempre la cantina Crivelli produce il suo vino in questo straordinario contesto paesaggistico e culturale. L'attività inizia nel 1986 quando il trisavolo di famiglia acquista delle vigne presso il piccolo paese di Castiglione d'Asti. Durante la seconda guerra mondiale l'azienda cede i propri vigneti alla cooperativa sociale. Nel 1979, l'impresa di famiglia esce dalla cooperativa per intraprendere un nuovo e lungo cammino tra le eccellenze del panorama vitivinicolo piemontese. In vigna come in cantina si adottano metodi e tecniche di lavoro al più basso impatto ambientale; durante la fase di maturazione le uve non vengono contaminate da antibiotici e in coltivazione si usano zolfo e rame al posto di diserbanti. Questa filosofia permette all'azienda di produrre vini sani e genuini per la salute dell'uomo.