La foto ha carattere esemplificativo. Nel caso di incongruenze fanno fede le informazioni contenute nella scheda descrittiva.

Monfalletto Dolcetto d'Alba 2017 Cordero di Montezemolo

2017 - Cordero di Montezemolo

Cod: WZA0444

11,20 €
  • Denominazione Dolcetto d'Alba DOC
  • Produttore Cordero di Montezemolo
  • Regione Piemonte
  • Tipologia Rossi
  • Anno 2017
  • Vitigno 100% dolcetto
  • Gradazione 12%
  • Formato 0.75 l
  • Temperatura di Servizio 16-18C°
  • Colore rosso rubino intenso
  • Profumo fresco e nitido di frutta a bacca piccola, ciliegia, lampone e ribes
  • Gusto elegante, fresco e dai fitti tannini
  • Abbinamenti antipasti piemontesi: carne cruda all'albese, peperoni ripieni, salame crudo e cotto, vitello tonnato e primi piatti come tajarin, agnolotti, lasagne, involtini e spiedini di carne

La scelta di Locanda Italia

Il Dolcetto è il vino quotidiano delle Langhe, è facile infatti imbattersi in questo rosso nelle migliore osterie e trattorie langarole. Si tratta del vino locale della tradizione contadina, in passato utilizzato anche come merce di scambio con olio, sale e acciughe della Liguria. L'azienda vitivinicola Cordero di Montezemolo mantiene vive le tradizioni piemontesi producendo per lo più vini dai vitigni locali, come l'etichetta Dolcetto d'Alba, prodotta nell'omonima tenuta situata nel suggestivo paesaggio collinare di La Morra. Vinoso e ricco di accenti fruttati freschi e nitidi, è il classico vino che accompagna con eleganza tutta la cucina piemontese.

Il Produttore

Cordero di Montezemolo è un'antica famiglia aristocratica di origine spagnola che si stanzia per la prima volta in Piemonte intorno al 1400. Nel giro di poco tempo conquistano la fiducia della famiglia reale dei Savoia e si fregiano del titolo di Marchesi, diventando una delle famiglie nobili più importanti del Piemonte. L'attività imprenditoriale nel mondo del vino inizia quando Paolo Montezemolo sposa Maria Lydia, figlia della Marchesa Luigia Falletti e proprietaria della Tenuta Monfalletto, situata sulle suggestive colline delle Langhe. Alla morte dei coniugi Montezemolo l'intera attività viene ereditata dal figlio Paolo, che ancora oggi porta avanti questa lunga e nobile tradizione di famiglia con passione e dedizione.