La foto ha carattere esemplificativo. Nel caso di incongruenze fanno fede le informazioni contenute nella scheda descrittiva.

Spalatrone Taurasi 2010 Russo

2010 - Russo

Cod: WZA0599

19,20 €
  • Denominazione Taurasi DOCG
  • Produttore Russo
  • Regione Campania
  • Tipologia Rossi
  • Anno 2010
  • Vitigno 100% aglianico
  • Gradazione 13.5%
  • Formato 0.75 l
  • Temperatura di Servizio 18C°
  • Colore rosso violaceo
  • Profumo intenso con sentori di frutti rossi, spezie balsamiche, cocco e vaniglia
  • Gusto strutturato e dal finale persistente e leggermente tannico
  • Abbinamenti carni rosse, cacciagione e formaggi stagionati tipici della tradizionale cucina irpinia

La scelta di Locanda Italia

L'Irpinia è una delle zone vitivinicole della Campania più importanti per la produzione di rossi di aglianico. Questo vitigno ha trovato nelle aride terre delle colline taurasine il luogo ideale dove crescere rigoglioso ed esprimere la sua personalità. L'azienda Russo da diverse decenni è specializzata nella coltivazione di questo nobile vitigno di origine greca, che regala vini di grande intensità ed eleganza considerati da molti con l'appellativo "i Barolo del sud". Il Taurasi Spalatrone è un vino rosso impenetrabile e profondo prodotto dal nettare dei migliori vitigni di aglianico coltivati a metà strada fra la Costiera Amalfitana e il Mar Adriatico. Dopo la vinificazione in acciaio viene travasato in piccole botti di rovere francese e successivamente continua la maturazione in bottiglia per ulteriori mesi. Alla fine di questo lungo processo permane in bottiglia un bouquet straordinario di aromi balsamici, spezie, cocco e vaniglia, con un leggero e piacevole tocco tannico sul finale. Un'etichetta che ha ricevuto numerosi premi importanti fra cui la Golden Star dalla guida del Touring Star Club "Vini Buoni d'Italia".

Il Produttore

La famiglia Russo si distingue sulla scena enoica italiana producendo da quasi due secoli degli ottimi vini campani. L'azienda risiede nel piccolo Comune di Taurasi e la proprietà si estende su di un piccolo appezzamento di terra coltivato principalmente ad aglianico, il vitigno irpino autoctono che per la natura argillosa del terreno e per la sua perfetta esposizione al sole, ha trovato in questi luoghi il suo habitat naturale. Dal 2006 la cantina è gestita dall'ultima generazione della famiglia Russo con il supporto dell'enologo Maurizio Caffarelli e del cantiniere Sandro Di Chiara.